Inaugurata ‘Freedom Fighters’, la mostra sui Kennedy e la battaglia per i diritti civili

 In Notizie

La conquista dei diritti civili negli Stati Uniti raccontata in ottanta scatti in bianco e nero. È stata inaugurata, questo pomeriggio al  Robert F. Kennedy Center for Justice and Human Rights Europe (in via Ghibellina 12a), la mostra ‘Freedom Fighters. I Kennedy e la battaglia per i diritti civili’.
Erano presenti la presidente del RFK Center Europe, Marialina Marcucci, la console degli Stati Uniti d’America a Firenze, Sarah C. Morrison e  l’assessora l’educazione Cristina Giachi. <<La mostra ci consente puntualmente di riaffermare quanto sia importante, in questo tempo, offrire ispirazione – ha sottolineato nel suo saluto l’assessora Giachi – ed è attraverso le scelte di vita di tanti ‘Freedom Fighters’ che possiamo ispirare veramente la vita dei più giovani>>.
L’esposizione, che rimarrà a Firenze fino al 15 maggio, è divisa in due sezioni.
La prima racconta i protagonisti della lotta per i diritti civili, tra cui Malcom X e Martin Luther King, attraverso testi e immagini che, come un nastro cinematografico, scorrono su grandi pannelli a parete. L’arco cronologico parte dal 1776, anno cui ‘Il Comitato dei Cinque’ costituito da John Adams, Benjamin Franklin, Thomas Jefferson, Robert R. Livingston e Roger Sherman, presenta al Congresso la bozza della Dichiarazione di Indipendenza, e arriva fino al 1964, anno in cui fu assegnato il premio Nobel per la Pace a Martin Luther King. La seconda
presenta alcune fotografie di grande formato che ricordano i gesti e le immagini iconiche che hanno segnato i momenti più importanti della
lotta per i civil rights. Dagli scatti sulla segregazione razziale negli anni Cinquanta (di Elliott Erwitt e Eve Arnold, tra gli altri), alle fotografie degli scontri di Birmingham, a quelle che ritraggono il movimento dei ‘Freedom Riders’ o la quotidiana attività politica dei fratelli Kennedy, ripresi nelle loro riunioni o negli eventi pubblici. Infine, nelle foto di Bruce Davidson, di Danny Lyon e di altri grandi fotografi, rivive la Marcia su Washington, così come l’immagine di Leonard Freed ha reso immortale Martin Luther King al suo rientro negli Stati Uniti dopo aver ricevuto il Premio Nobel, assediato dalla folla.

Recommended Posts

Leave a Comment

Scrivimi!

Hai un consiglio, un suggerimento, una richiesta da farmi? Scrivimi!

Not readable? Change text.