Skip links

La vicesindaca Giachi: “È un risultato politico anche dei sindaci l’approvazione della legge sull’educazione civica”

“Un risultato politico anche per i sindaci”. Così la presidente della commissione istruzione, politiche educative ed edilizia scolastica dell’Anci e vicesindaca di Firenze Cristina Giachi commenta l’approvazione in via definitiva del ddl sull’introduzione dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica.
“Un traguardo reso possibile da una proposta partita da Firenze lo scorso anno – ha ricordato – poi accolta dai sindaci italiani e sottoscritta da centomila cittadini residenti in migliaia di Comuni”.
“Dal punto di vista tecnico di chi aveva scritto il disegno di legge presentato da Anci e solo in minima parte accolto – ha proseguito Giachi – possiamo dire che si sarebbe potuto fare molto di più. Il governo infatti ha molto snaturato la proposta originaria: dal cambiamento del nome, nella nostra proposta si parlava di educazione alla cittadinanza non di educazione civica, alla previsione dell’organico, e delle risorse da investire che erano presenti nella proposta di Anci. Questa legge non mette risorse aggiuntive e soprattutto non dice chi insegnerà la materia”.
“Tuttavia dobbiamo considerare che comunque un primo traguardo è stato raggiunto – ha concluso – una parte di quel che dicevamo noi è stata accolta e di questo siamo felici. Sará prevista l’attività dei comuni, ad esempio. E l’ora diventa obbligatoria e questo è fondamentale”.