Skip links

Nidi d’infanzia: il Comune conferma i buoni servizio anche per il prossimo anno scolastico

Il Comune rinnova il suo sostegno alle famiglie dei bambini che rimarranno in lista di attesa dopo l’approvazione della graduatoria dei nidi d’infanzia pubblici. Il via libera con l’approvazione, questa mattina in giunta, dell’apposita delibera presentata dalla vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi. Confermato, quindi, il contributo economico che sarà erogato dal Comune e che consentirà ai piccoli fiorentini, dagli 0 ai tre anni, che rimarranno in lista di attesa, di poter frequentare una struttura privata accreditata.
L’assegnazione del contributo è subordinata al possesso, da parte dei richiedenti, di requisiti specifici legati alla condizione economica effettiva definita con l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee) in corso di validità. Potrà essere richiesto dalle famiglie in possesso di un Isee non superiore a 90mila euro per l’utilizzo nel prossimo anno scolastico. L’importo massimo del contributo è pari 400 euro al mese. La graduatoria della lista di attesa di riferimento è quella formata sulla base delle domande d’iscrizione presentate dall’11 aprile al 5 maggio (per le bambine e i bambini di tutti i gruppi, piccoli, medi e grandi) e dalle ore 10 del 21 maggio alle ore 24 del 5 giugno 2019 (solo per le bambine e i bambini del gruppo piccoli). L’ordine di priorità nell’erogazione del buono sarà naturalmente determinato dall’Isee stesso.
“I buoni servizio sono un utile strumento che ci consente di abbattere le liste di attesa per l’accesso ai nidi – ha spiegato la vicesindaca Giachi – e di rispondere ai bisogni diversificati delle famiglie fiorentine, aumentando l’offerta dei servizi rivolti alla prima infanzia. Grazie alla creazione di una rete integrata – ha continuato -, che comprende servizi gestiti in forma diretta e indiretta, anche con l’acquisto di posti, con soggetti privati, enti, associazioni, cooperative sociali, riusciamo ad assicurare una buona copertura della domanda di servizi rivolti ai nostri piccoli cittadini, che così possono avere varie occasioni educative e di socializzazione”. “L’azzeramento delle liste d’attesa è uno dei nostri principali obiettivi – ha concluso Giachi – e siamo a lavoro per far sì che siano sempre di più i bambini e bambine che possono frequentare i nostri nidi”.
L’elenco degli effettivi beneficiari dei buoni servizio 2019/2020 sarà approvato nei primi giorni di settembre con l’indicazione dell’importo per ciascuna famiglia e della struttura educativa accreditata scelta.